Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto-legge n. 56 del 30 aprile 2021 "Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi" che, in considerazione della proroga dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, interviene al fine di posticipare alcuni termini di prossima scadenza. 
Fra essi è prevista la proroga di validità dei documenti di identità: il termine attualmente fissato al 30 aprile, già frutto di una norma che prorogava la validità di tutti i documenti, è posticipato di altri 5 mesi al 30 settembre.

I cittadini in possesso di documenti di riconoscimento con scadenza successivamente al 31 gennaio 2020 sono pertanto invitati a recarsi presso i competenti Uffici comunali solo successivamente al 30 settembre 2021 per procedere al rinnovo, salvo motivate esigenze da concordare con gli uffici, con le modalità indicate nei canali informativi del Comune.

La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.